Vai al contenuto

(Per condividere: clicca sul titolo e poi sull'icona)

“La vetta la voglio raggiungere, i Fratelli li voglio salvare. Non m’importa di nulla. Gesù io mi fido di Te! Avanti fino al Consummatum est. Se cadrò lungo la via, Gesù in Te mi rialzerò” (pag. 440-441).

365 GIORNI con SUOR M.CONSOLATA BETRONE
Vol."Appunti in Coro"
Edito dalla Libreria Vaticana

(Per condividere: clicca sul titolo e poi sull'icona)

“La giornata di questo 1° Venerdì di settembre è stata dedicata tutta in favore delle Piccolissime’.

Staseradinanzi a Gesù solennemente esposto, abbracciai col pensiero le ‘Piccolissime’ di tutti i secoli, e tutte anticipatamente le consacrai al Cuore SS. di Gesù, pregandoLo a nasconderle tutte nel profondo del Suo Cuore, e qui custodirle, perché nessuna abbia a perire, e poi consumarle nelle Divine fiamme, concedendo a tutte di morire d’amore per Lui.

...continua a leggere "2 settembre – Pensiero del giorno"

(Per condividere: clicca sul titolo e poi sull'icona)

“Annientamento. Gesù m’ha dato la Vocazione meravigliosa delle ‘Piccolissime’. Saranno milioni di anime che ameranno il buon Dio” (pag. 631).

365 GIORNI con SUOR M.CONSOLATA BETRONE
Vol."Appunti in Coro"
Edito dalla Libreria Vaticana

(Per condividere: clicca sul titolo e poi sull'icona)

“Gesù lascia tutto, il Padre, lo splendore del Cielo, gli Angeli e scende annientato nel verginale seno della Madonna!
Qui, in un annientamento perfetto di libertà, volontà, movimenti, facoltà, desideri, parole, vista e udito, fra le tenebre che l’avvolgono, Gesù fatto Bambino ha un’unica occupazione: l’amore al Padre e alle Anime. Per tutto il resto, penserà la Mamma Sua! Gesù, fa’ che Ti rassomigli!” (pag. 496).

365 GIORNI con SUOR M.CONSOLATA BETRONE
Vol."Appunti in Coro"
Edito dalla Libreria Vaticana

(Per condividere: clicca sul titolo e poi sull'icona)

“Meditando la Via Crucis. Il Modello da tenere sempre presente sarà [...]
Gesù inchiodato sulla Croce, che rimane senza staccarsi, sino alla fine. Sopportare tutto in silenzio: freddo, caldo, difetti, malesseri, contrarietà, dispiaceri, sbagli, tutto insomma ciò che affligge la natura, il cuore, l’anima, sopportarlo in silenzio, e perciò senza un lamento, un rimprovero, una mormorazione, un sollievo” (pag. 1011).

365 GIORNI con SUOR M.CONSOLATA BETRONE
Vol."Appunti in Coro"
Edito dalla Libreria Vaticana

 

“Tutto il fatale progresso della Passione di Gesù, privandolo gradatamente d’ogni libertà, ebbe per scopo di immobilizzarlo nel dolore: la tremenda immobilità della Croce. Così tutto lo svolgersi della mia vita spirituale, privandomi gradatamente di ogni libertà, ha avuto il medesimo scopo: di immobilizzarmi ad una Croce, la Croce dell’incessante atto d’amore” (pag. 793-794).

365 GIORNI con SUOR M.CONSOLATA BETRONE
Vol."Appunti in Coro"
Edito dalla Libreria Vaticana

 

“No, non farò più progetti di lavoro. L’annientamento è essere in balia di tutti, senza preoccupazioni neppure del mio dovere. Ormai, l’unico mio dovere è amare: al resto bisogna rinunziare” (pag. 440).

365 GIORNI con SUOR M.CONSOLATA BETRONE
Vol."Appunti in Coro"
Edito dalla Libreria Vaticana

 

“Il cuore è un Paradiso per Gesù?...Oh! Gesù, a me non importa nulla, perché il Paradiso per me, sarai tu, o Gesù!” (pag. 34).

365 GIORNI con SUOR M.CONSOLATA BETRONE
Vol."Appunti in Coro"
Edito dalla Libreria Vaticana

“Vivere di fede: Dio è immensamente buono, non solo con Suor Consolata, ma con tutte le anime, e non cerca e né vuole che il bene di ciascuna” (pag. 829).

365 GIORNI con SUOR M.CONSOLATA BETRONE
Vol."Appunti in Coro"
Edito dalla Libreria Vaticana

 

“La gioia grande che si può gustare sulla terra è possedere Dio, ma Dio solo: allora si gusta un Paradiso anticipato e le piccole anime lo gustano. Viceversa, l’unico dolore che si può soffrire è l’avere perso Dio” (pag. 29).

365 GIORNI con SUOR M.CONSOLATA BETRONE
Vol."Appunti in Coro"
Edito dalla Libreria Vaticana

 

“Non solo considerare, ma amare tutto ciò che mi è causa di sofferenza, quali strumenti nelle Mani Divine, intenti a santificarmi” (pag. 559).

365 GIORNI con SUOR M.CONSOLATA BETRONE
Vol."Appunti in Coro"
Edito dalla Libreria Vaticana

PADRE DI OGNI MISERICORDIA,
TU HAI SUSCITATO IN MEZZO A NOI
LA TUA SERVA
SUOR MARIA CONSOLATA BETRONE
PER DIFFONDERE NEL MONDO
L’INCESSANTE AMORE
VERSO IL TUO FIGLIO GESÙ
NELLA SEMPLICE VIA
DI CONFIDENZA E AMORE.
RENDI CAPACI ANCHE NOI,
GUIDATI DAL TUO SPIRITO,
DI ESSERE ARDENTI TESTIMONI
DEL TUO AMORE
E NELLA TUA IMMENSA BONTÀ
CONCEDICI,
PER SUA INTERCESSIONE,
LE GRAZIE
DI CUI ABBIAMO BISOGNO.
PER CRISTO NOSTRO SIGNORE.

AMEN

+ PIER GIORGIO MICCHIARDI
VESCOVO AUSILIARE E VICARIO GENERALE

IMPRIMATUR
TORINO, 11 MARZO 1995

(Per condividere: clicca sul titolo e poi sull'icona)

PREGHIERA IN MONASTERO

La campana scandisce i ritmi della giornata in monastero.

Per chi desidera un luogo di silenzio e condividere la preghiera liturgica, la Comunità propone:

ORARI

FERIALI
Lodi ore 7,30
Ora Terza ore 9,00
Ora Sesta ore 12,30
Ora Nona ore 15,30
Vespri ore 17.30
Eucaristia ore 18.00
Compieta ore 21,00

 

FESTIVI
Lodi ore 8,30
Eucaristia ore 9,00
Ora Terza ore 9,45
S. Rosario ore 18,00
Vespri ore 18,30

Adorazione Eucaristica
Da Lunedì a Venerdì: ore 8 - 19:30
Sabato: ore 12 - 22
Domenica: ore 10 - 19:30

Sacramento del perdono
OGNI VENERDÌ
ore 16 - 17,30

259

LA VIA DELLA CROCE con Suor Maria Consolata Betrone

Atto penitenziale

Sulla via della croce di Cristo il Padre ha tracciato per l'uomo il cammino della salvezza. Ripercorriamo insieme questa strada del dolore e dell'amore del Figlio di Dio, "divenuto obbediente fino alla morte, e alla morte di croce"; confessiamo le nostre colpe, con cuore pentito, per condividere con lui la grazia della risurrezione.

 

I STAZIONE Gesù è condannato a morte.

Ti adoriamo, o Cristo e ti benediciamo perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

"Gesù, in preda all'angoscia, pregava più intensa-mente; il suo sudore diventò come gocce di sangue che cadevano a terra" (Lc 22,44).

Padre, tu che hai consolato il tuo Figlio, infondi in noi il tuo Spirito, perché sappiamo essere angeli consolatori per chi porta il peso della solitudine.

Pater, Ave, Gloria, Eterno riposo.

Santa Madre, deh voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore

II STAZIONE Gesù è caricato della croce.

Ti adoriamo, o Cristo e ti benediciamo perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

"Essi allora presero Gesù ed Egli, portando la croce, si avviò verso il luogo del Cranio, detto in ebraico Golgota, dove lo crocifissero e con lui altri due, uno da una parte e uno dall'altra, e Gesù nel mezzo" (Gv 19, 17-18).

O Dio, nostro Padre, concedi a noi di celebrare con fede i misteri della passione del tuo Figlio e di spe-rimentare la dolcezza del tuo perdono.

Pater, Ave, Gloria, Eterno riposo.

Santa Madre, deh voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore

 

III STAZIONE Gesù cade la prima volta.

Ti adoriamo, o Cristo e ti benediciamo perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

"Egli si è caricato delle nostre sofferenze, si è addossato i nostri dolori" (Is 53,4)

O Dio onnipotente, guarda all'umanità sfinita per la debolezza mortale, e concedile di riprendere vita per la Passione del tuo unico Figlio, che vive e regna nei secoli dei secoli.

Pater, Ave, Gloria, Eterno riposo.

Santa Madre, deh voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore

 

IV STAZIONE Gesù incontra Maria sua Madre.

Ti adoriamo, o Cristo e ti benediciamo perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

"Simeone li benedisse e parlò a Maria sua Madre: "Egli è qui per la rovina e la risurrezione di molti in Israele, segno di contraddizione. E anche a te una spada trafiggerà l'anima" (Lc 2,34-35)

Rinnova in noi, Signore, il mistero della croce, dove tu riveli l'amore del Padre, doni il tuo Spirito e uni-sci per sempre la Madre ai discepoli.

Pater, Ave, Gloria, Eterno riposo.

Santa Madre, deh voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore

 

V STAZIONE Gesù è aiutato da Simone di Cirene a portare la croce.

Ti adoriamo, o Cristo e ti benediciamo perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

"Mentre lo conducevano via, presero un certo Simone di Cirene che veniva dalla campagna e gli misero addosso la croce da portare dietro a Gesù" (Lc 23,26)

Dio, che doni forza ai deboli e perseveranza ai cre-denti, donaci comunione di fede e di amore con il tuo unico Figlio, crocifisso e risorto, per condivide-re la gioia perfetta del tuo regno.

Pater, Ave, Gloria, Eterno riposo.

Santa Madre, deh voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore

 

VI STAZIONE La Veronica asciuga il volto a Gesù.

Ti adoriamo, o Cristo e ti benediciamo perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

"Poiché quelli che egli da sempre ha conosciuto, li ha anche predestinati ad essere conformi all'imma-gine del Figlio suo" (Rm 8,25)

Guarda, o Padre, il Volto del tuo Cristo, che ha dato se stesso per salvare l'umanità; e fa' che dall'orien-te all'occidente sia glorificato il suo nome fra i popoli, e in ogni parte del mondo si offra a te l'u-nico e perfetto sacrificio.

Pater, Ave, Gloria, Eterno riposo.

Santa Madre, deh voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore

 

VII STAZIONE Gesù cade la seconda volta.

Ti adoriamo, o Cristo e ti benediciamo perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

"Tutti noi, come pecore, vagavamo erranti, ciascu-no seguendo la propria strada: e il Signore ha fatto ricadere sopra di Lui i delitti di noi tutti" (Is 53,6)

O Dio onnipotente ed eterno, che hai dato come modello agli uomini il Cristo tuo Figlio, nostro Salvatore, fatto uomo e umiliato fino alla morte di croce, fa' che abbiamo sempre presente l'insegna-mento della sua Passione, per partecipare alla glo-ria della risurrezione.

Pater, Ave, Gloria, Eterno riposo.

Santa Madre, deh voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore

 

VIII STAZIONE Gesù incontra le pie donne.

Ti adoriamo, o Cristo e ti benediciamo perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

"Gesù, voltandosi verso le donne, disse: Figlie di Gerusalemme, non piangete su di me, ma piangete su voi stesse e sui vostri figli" (Lc 23,28)

Perdona Signore i nostri peccati, e nella tua miseri-cordia spezza le catene che ci tengono prigionieri a causa delle nostre colpe, e guidaci alla libertà che ci ha conquistata Cristo.

Pater, Ave, Gloria, Eterno riposo.

Santa Madre, deh voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore

 

IX STAZIONE Gesù cade la terza volta.

Ti adoriamo, o Cristo e ti benediciamo perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

"E cominciò a insegnar loro che il Figlio dell'uomo doveva molto soffrire, ed essere riprovato dagli anziani, dai sommi sacerdoti e dagli scribi, poi venire ucciso" (Mc 8,31).

Concedi a noi o Signore, di vivere e operare in quella carità che spinse il tuo Figlio a dare la sua vita per i fratelli.

Pater, Ave, Gloria, Eterno riposo.

Santa Madre, deh voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore

 

X STAZIONE Gesù spogliato delle vesti.

Ti adoriamo, o Cristo e ti benediciamo perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

"Gli diedero da bere vino mescolato con fiele; ma egli, assaggiatolo, non ne volle bere" (Mt 27,34)

Per il mistero della nostra redenzione donaci, Signore, di vivere in pace con tutti e guarda beni-gno coloro che ci affliggono, perché in un rinnova-to vincolo di fraternità, possiamo assieme rendere grazie al tuo nome.

Pater, Ave, Gloria, Eterno riposo.

Santa Madre, deh voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore

 

XI STAZIONE Gesù inchiodato sulla croce.

Ti adoriamo, o Cristo e ti benediciamo perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

"Quando giunsero al luogo detto Cranio, là croci-fissero lui e i due malfattori, uno a destra e l'altro a sinistra" (Lc 23,33)

La tua misericordia, Signore, ci liberi da ogni peso della vecchia natura di peccato, rivestendoci della santa novità.

Pater, Ave, Gloria, Eterno riposo.

Santa Madre, deh voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore

 

XII STAZIONE Gesù muore in croce.

Ti adoriamo, o Cristo e ti benediciamo perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

"Era verso mezzogiorno, quando il sole si eclissò. e si fece buio su tutta la terra fino alle tre del pome-riggio.

"Gesù, gridando a gran voce, disse: "Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito". Detto questo spirò".
(Lc 23,44-46)

Dona ai tuoi fedeli o Dio onnipotente, la certezza di essere rigenerati alla vita eterna nella gloriosa morte del tuo Figlio, che la Chiesa annunzia in que-sto grande giorno.

Pater, Ave, Gloria, Eterno riposo.

Santa Madre, deh voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore

 

XIII STAZIONE Gesù è deposto dalla croce.

Ti adoriamo, o Cristo e ti benediciamo perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

"Giuseppe d'Arimatea, che era discepolo di Gesù, ma di nascosto per timore dei Giudei, chiese a Pilato di prendere il corpo di Gesù. Pilato lo con-cesse" (Gv 19,38)

O Dio, che hai portato a compimento l'opera della nostra redenzione nel mistero pasquale del tuo Figlio, fa' che commemorando con fede la sua morte e risurrezione, sperimentiamo sempre più i doni della salvezza. Pater, Ave, Gloria, Eterno riposo.

Santa Madre, deh voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore

 

XIV STAZIONE Gesù è sepolto.

Ti adoriamo, o Cristo e ti benediciamo perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

"Giuseppe, prese il corpo di Gesù, lo avvolse in un candido lenzuolo e lo depose nella sua tomba nuova, che si era fatta scavare nella roccia" (Mt 27,59-60).

O Dio onnipotente ed eterno, che hai dato come modello agli uomini Gesù Cristo nostro Salvatore, fatto Uomo e umiliato sino alla morte di croce, con-cedi a noi di avere sempre presente questa prova suprema di obbedienza e di amore per partecipare alla gloria della sua risurrezione.

Pater, Ave, Gloria, Eterno riposo.

Santa Madre, deh voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore

 

XV STAZIONE Gesù risorge da morte.

Ti adoriamo, o Cristo e ti benediciamo perché con la tua santa Croce hai redento il mondo.

"Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. è risorto, non è qui. Ecco il luogo dove l'avevano deposto" (Mc 16,6)

Concedi al tuo popolo, Dio misericordioso, di pro-clamare la gloria del Signore risorto, perché in Lui, sacramento universale di salvezza, ottenga i doni della vita nuova.

Pater, Ave, Gloria, Eterno riposo.

Santa Madre, deh voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore

Preghiamo:

Signore Gesù, con te siamo saliti sul Calvario; ora ti chiediamo che la luce della tua croce illumini i nostri giorni. Il ricordo della tua sofferenza sia sempre nel nostro cuore; sarà, così, sorgente di un più intenso amore per te che ci hai amato. Amen.

http://www.preghiereagesuemaria.it/viacrucis/via%20crucis%20con%20suor%20consolata%20betrone.htm

Gesù, io credo che se un’anima, per debole e miserabile che sia, si abbandona completamente in Te, e Ti dà la gioia di fidarsi ciecamente di Te, che sei l’Onnipotente e la Misericordiosa bontà, e Ti lascia fare, e Ti segue docilmente, o Gesù io credo che Tu quest’anima la porterai sulle vette più alte della virtù, della santità” [365, pag. 695]